Insulinemia bassa. Cosa significa?


L’insulina è un ormone proteico dalle proprietà anaboliche, prodotto dalle cellule beta delle isole di Langerhans all’interno del pancreas. E’ formata da due catene unite da due ponti solfuro: catena A di 21 aminoacidi e catena B di 30 aminoacidi. La sua funzione più nota è quella di regolatore dei livelli di glucosio ematico riducendo la glicemia mediante l’attivazione di diversi processi metabolici e cellulari. Ha inoltre un essenziale ruolo nella proteosintesi (sintesi proteica) assieme ad altri ormoni che sinergicamente partecipano a tale processo, tra cui l’asse GH/IGF-1, e il testosterone. L’insulina, inoltre, è il principale ormone responsabile del fenomeno di ingrassamento (lipogenesi), cioè lo stoccaggio di lipidi all’interno del tessuto adiposo.

L‘insulinemia è quel tipo di analisi che determina la quantità di insulina nel sangue. Nelle persone sane il livello di insulina nel sangue non è mai costante ed è direttamente proporzionale a ciò e a quando si è mangiato. In poche parole, dopo alle assunzioni di cibo il suo valore aumenta, mentre a digiuno diminuisce. Il valore più alto raggiunto è tanto più elevato quanto più alta è la quantità di zuccheri introdotta, mentre il contenuto proteico e quello lipidico non hanno alcuna influenza e quindi non determinano nessun aumento. Inoltre, in un pasto completo, le fibre ed i grassi, rallentando i tempi di digestione, influenzano anche l’assorbimento intestinale degli zuccheri e ne consegue, quindi, che il livello massimale di insulina raggiunto è decisamente più basso di quello che si raggiunge in caso di ingestione di zuccheri.

Ma cosa succede se l’insulinemia, quindi il livello di insulina, è basso? In genere, in presenza di una riduzione dei livelli di insulina ci si potrebbe trovare in presenza di diabete mellito di tipo I, quella forma di diabete che si configura come malattia autoimmune caratterizzata dalla distruzione delle cellule B pancreatiche, che comporta solitamente associazione all’insulino-deficienza. In altri casi, però, può essere un campanello d’allarme per ipopituitarismo , ovvero quella condizione patologica caratterizzata da una diminuita secrezione di ormoni ipofisari a causa di malattie a carico dell’ipotalamo o dell’ipofisi. Da non escludere, in altri casi, anche malattie pancreatiche e, in ultima analisi, tumore al pancreas. In questi casi, però, è opportuno fare ulteriori accertamenti e non allarmarsi troppo in fretta.

1 Response to “Insulinemia bassa. Cosa significa?”



  1. 1 Insulinemia bassa. Cosa significa? Trackback su 29 aprile 2012 alle 08:56
Comments are currently closed.



leggi il Blog nella tua lingua

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 2.608 follower

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 986.556 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: