Genova: “Up date in Oncologia Cervico-Cefalica”


Congresso Nazionale AIOCC 2014 Più di quattro pazienti su dieci colpiti da tumore della testa e del collo iniziano in Italia il trattamento con ritardo cioè dopo più di un mese dalla diagnosi istologica; nel 50% dei casi la radioterapia post operatoria inizia solo oltre le otto settimane dopo l’intervento chirurgico; infine, lo stadio clinico di malattia, indispensabile per la corretta scelta terapeutica, non è chiaramente riportato in cartella clinica. Sono i risultati preliminari di due progetti, uno supportato dal Ministero della Salute italiano (surveillance of Rare cancers in ITAly – RITA) e l’altro supportato dalla Comunità Europea (Information network on rare cancers – RARECAREnet) e presentati al IV Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Cervico – Cefalica (AIOCC) che si è svolto a Genova il 21 novembre scorso.

Si tratta di dati estremamente preoccupanti che riguardano anche una popolazione giovanile – ha affermato il Presidente AIOCC 2013-2015, Professor Renzo Corvò, ordinario di Radioterapia presso l’Università degli Studi di Genova e Direttore dell’Oncologia Radioterapica dell’IRCCS San Martino – IST di Genova. Essendo tumori a rapida progressione è importante agire quanto prima. Intervenire in tempi rapidi significa favorire la guarigione e definire correttamente lo stadio clinico della malattia favorisce la scelta del miglior trattamento possibile per i pazienti”.

E’ un problema che si inquadra in quello più generale delle liste d’attesa, che porta circa la metà dei pazienti ad iniziare la terapia troppo tardi – ha aggiunto la Dottoressa Lisa Licitra, Responsabile Struttura Semplice Dipartimentale Oncologia Medica Tumori Testa & Collo, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Vice Presidente AIOCC. La situazione cambia per altri tipi di neoplasie: basti pensare che, per il tumore del seno, questo accade solo nel 17 per cento delle pazienti”.

L’appello che vogliamo lanciarehanno dichiarato congiuntamente il Prof. Corvò e la Dott.ssa Licitraè sensibilizzare le autorità sanitarie affinché tutti i pazienti colpiti da questa neoplasia inizino il trattamento più appropriato nel minor tempo possibile.”

Il carcinoma della testa e del collo è un tumore raro, di cui spesso le persone ignorano sintomi e fattori di rischio. Da questa neoplasia si può guarire, ma solo se presa in tempo. Purtroppo però, la maggior parte delle volte questo tumore viene invece diagnosticato in fase avanzata: e questo avviene perché il paziente stesso, il medico di base, il dentista, non hanno saputo riconoscere i sintomi della malattia e quindi diagnosticarla in modo tempestivo. I fattori di rischio principali dei tumori della testa e del collo sono l’abuso di alcolici, il fumo, comportamenti sessuali a rischio.   IL CONGRESSO “UP DATE IN ONCOLOGIA CERVICO CEFALICA L’aggiornamento è il tema centrale dei lavori dell’AIOCC. Il programma della giornata si è presentato molto ricco di spunti interessanti: dal ruolo, validazione e introduzione in clinica dei biomarcatori tumorali alla chirurgia conservativa nel carcinoma laringeo localmente avanzato; dalla microchirurgia con laser al ruolo della chirurgia robotica nel trattamento del carcinoma orofaringeo; dalle moderne tecniche di radioterapia con attrezzature sofisticate agli studi associativi di chemio e radioterapia atti a preservare la funzione degli organi interessati dal tumore; dagli innovativi strumenti di comunicazione per il paziente con neoplasia testa-collo agli studi innovativi sul controllo del dolore nella terapia di supporto alle terapie: una rapida sequenza di interventi multidisciplinari riassuntivi delle principali novità pubblicate o che sono state presentate ai Congressi o Convegni durante il 2014; un vero e proprio “Grandangolo” in Oncologia Cervico-Cefalica, al quale hanno preso parte, come relatori o moderatori, gli “speakers” italiani coinvolti quest’anno negli eventi scientifici di prestigio internazionale. Il Congresso ha rappresentato l’ennesima e preziosa occasione di confronto per oncologi, radioterapisti oncologi, chirurghi oncologi del tumore testa-collo e specialisti del settore che discutono di oncologia nel corso di simposi, tavole rotonde, letture e comunicazioni orali. Nel capoluogo ligure si è svolta inoltre una tavola rotonda che ha affrontato il tema del “Miglioramento della qualità dei trattamenti e monitoraggio della sicurezza in oncologia cervico-cefalica”. Ai lavori hanno partecipato numerosi relatori che hanno portato l’esperienza dei propri centri. L’Associazione Italiana Oncologia Cervico-Cefalica tornerà a riunirsi il 2 e 3 marzo 2015 a Roma, in occasione del suo 5° Congresso. GAS Communication

Annunci

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.619 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 619,379 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

... ai miei amici ... Grazie per gli Auguri !!! Leggi il mio blog !!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: