Malattie esantematiche, come riconoscerle …


Macchie rosse, vescicole che prudono, tosse e a volte anche febbre: sono questi i sintomi più comuni delle malattie esantematiche che colpiscono i bambini soprattutto in primavera. Ecco un breve vademecum in cui si spiegano sintomi e cure.

Va però sottolineato che è sempre necessario consultare il pediatra per decidere come affrontare il decorso della malattia anche perché nel caso di alcune malattie esantematiche può essere necessario assumere antibiotici (scarlattina) mentre per altre invece non esistono cure considerate universalmente valide (varicella e rosolia, per esempio).

VARICELLA

  • Che cos’è: la varicella è una malattia infettiva causata da un virus del gruppo degli Herpes, lo stesso che può causare lo Zoster (fuoco di Sant’Antonio) e, di norma non si può ripetere due volte.
  • I sintomi: i bambini grandi e gli adulti possono accusare un malessere e avere mal di testa il giorno prima della comparsa delle pustole ma per i bambini piccoli invece non ci sono avvisaglie.

Dopo poche ore compaiono le eruzioni cutanee: il primo segno di varicella generalmente è costituito da qualche pustola sul corpo e sulla faccia; si tratta di pustole sollevate che somigliano a foruncoletti, ma alcune hanno in cima piccole vescichette contenenti un siero giallo. Le nuove pustole continuano ad apparire per tre o quattro giorni.

La febbre di solito è bassa il primo giorno e può salire in quelli successivi. Le pustole sono pruriginose e se grattate possono lasciare piccoli segni permanenti. Per questo si consiglia di tenere le unghie corte.

  • Periodo di incubazione: 14 a 21 giorni dal contatto.
  • Quando è contagiosa: la trasmissione ad altri è possibile da 2 giorni prima a 6 giorni dopo la comparsa delle vescicole. L’esposizione al virus avviene tramite contatto diretto con la saliva o con le goccioline emesse parlando, con colpi di tosse e starnuti o, ancora, tramite il contatto con il liquido contenuto nelle vescicole.
  • Come si cura: Alcuni pediatri suggeriscono di somministrare al paziente un antistaminico per ridurre il prurito. Il pediatra può anche prescrivere anti-febbrili (non a base di acido acetilsalicidico). Nei casi più gravi è disponibile un farmaco antivirale a base di aciclovir.

ROSOLIA

  • Che cos’è: è una malattia infettiva virale, solitamente lieve, e che, di regola non si ripresenta una seconda volta. La rosolia è però molto pericolosa durante il primo periodo della gravidanza perchè può causare gravi malformazioni nel nascituro.
  • Sintomi: l’esantema della rosolia somiglia molto a quello del morbillo e consiste in macchioline rosee, piatte, che di solito coprono tutto il corpo il primo giorno mentre dal secondo le macchie possono impallidire e confluire insieme così che il corpo appare tutto rosso invece che macchiettato.

Un sintomo caratteristico sono le ghiandole gonfie sulla nuca, dietro le orecchie e ai lati del collo che si ingrossano prima della comparsa delle macchie e facilmente restano gonfie anche dopo la scomparsa degli altri sintomi. Nella rosolia, infine; non ci sono segni di raffreddore ma può manifestarsi un po’ di mal di gola e febbre che però resta generalmente al di sotto dei 38,5°.

  • Quando è contagiosa: nel periodo compreso tra i pochi giorni precedenti la comparsa delle macchie e i 5 -7 giorni successivi.
  • Periodo di incubazione: dura di norma tre le 2 e le 3 settimane.
  • Come si cura: il pediatra può prescrivere antifebbrili (non a base di acido acetilsalicidico) in caso di febbre. Oggi è possibile vaccinare le bambine per evitare qualsiasi rischio futuro; il vaccino contro la rosolia è facoltativo ed combinato con il vaccino contro il morbillo e la parotite (vaccino MPR).

SCARLATTINA

  • Che cos’è: è una malattia infettiva batterica dovuta allo Streptococco beta emolitico di gruppo A. Questo germe può essere responsabile anche di altre malattie quali la tonsillite e l’impetigine e, poiché esistono diversi ceppi di questo Streptococco, ci si può ammalare di scarlattina più volte. Colpisce soprattutto i bambini in età scolare.
  • Periodo di incubazione: 2-5 giorni dal contagio.
  • Quando è contagiosa: il malato è molto contagioso soprattutto durante la fase acuta della malattia mentre lo è poco nel periodo che la precede e non lo è più dopo 24-48 ore dall’inizio della necessaria terapia antibiotica.
  • Sintomi: dopo 2 o 3 giorni dal contagio compaiono mal di gola, vomito, febbre e mal di testa. Dopo un altro paio di giorni arriva anche l’esantema che comincia a manifestarsi sulle parti calde e umide del corpo come i lati del torace l’inguine e il dorso su cui il bambino è stato sdraiato.

A distanza sembra un arrossamento uniforme ma da vicino è formato da piccolissime macchioline rosse sulla pelle arrossata.

Si può diffondere su tutto il corpo e sul viso tranne che sulla zona intorno alla bocca che rimane sempre pallida. La gola è infiammata e la lingua diventa rossa. Accanto alla forma tipica sono possibili forme lievi (scarlattinetta, o quarta malattia), in cui l’esantema è molto modesto e fugace, e la febbre e gli altri sintomi possono essere pressoché assenti.

  • Come si cura: sia la scarlattina tipica che quella con sintomi più lievi possono complicarsi se non trattate con antibiotici.

QUINTA MALATTIA

  • Che cos’è: la quinta malattia è chiamata anche eritema infettivo ed è causata dal parvovirus B19 e si manifesta specialmente nei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 15 anni. In realtà si tratta di una forma virale leggera che per lo più non determina particolari complicazioni.
  • Sintomi: può iniziare con una febbre lieve, mal di testa e sintomi influenzali che poi svaniscono per lasciare il posto ad una manifestazione di colore rosso acceso, prima sul viso (somiglia vagamente all’impronta di uno schiaffo), alcuni giorni più tardi, su tronco, braccia, e gambe. L’esantema è più visibile se la pelle viene esposta al sole, al caldo eccessivo o al freddo intenso.

In alcuni casi, soprattutto negli adulti e negli adolescenti, un attacco di quinta malattia può essere seguita da gonfiore o dolore, spesso alle mani, ai polsi, alle ginocchia o alle caviglie. La quinta malattia può avere conseguenze se manifesta durante la gravidanza.

  • Periodo di incubazione: l’incubazione per l’infezione da parvovirus dura dalle due alle tre settimane
  • Quando è contagiosa: la malattia è contagiosa solo prima che appaia l’eruzione. Quindi il bambino che ha già l’esantema può andare tranquillamente a scuola perché non è più contagioso.
  • Come si cura: non richiede terapia specifica né esami diagnostici, vista la mancanza di complicazioni e la sua assoluta benignità. Si consiglia di lavare il bambino con acqua tiepida.

SESTA MALATTIA

  • Che cos’è: è una patologia virale che colpisce i bambini piccoli, solitamente tra i 6 mesi ed i 2 anni. Ricorre spesso in primavera e autunno
  • Sintomi: è generalmente caratterizzata da diversi giorni di febbre alta, che può scomparire improvvisamente, seguiti dalla comparsa di un esantema roseo e piatto, simile a quello del morbillo, che si manifesta proprio in seguito alla sparizione della febbre.

Le macchie sbiadiscono diventando bianche quando vengono toccate, ed i singoli punti possono avere un leggero “alone” intorno e l’infiammazione si diffonde soprattutto su collo, viso, braccia e gambe. L’esantema dura da poche ore a 1-2 giorni. La sesta malattia tipicamente comporta una leggera infezione delle vie respiratorie superiori, seguita da una febbre alta (più di 39,5 ° C) per al massimo una settimana.

  • Periodo di incubazione: dai 9 ai 12 giorni e, di norma la malattia non è ripetibile.
  • Come si cura: non necessita di una terapia specifica. Il pediatra può prescrivere antifebbrili.

Annunci

1 Response to “Malattie esantematiche, come riconoscerle …”



  1. 1 Malattie esantematiche, come riconoscerle … Trackback su 1 aprile 2012 alle 10:05
Comments are currently closed.



Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.611 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 612,274 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

Leggi il mio blog !!! ... buon 2017 ... #blogmanay ... buon 2017 a tutti !!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: