Epatite C e nuovi antivirali diretti


ICAR 2015

Riviera romagnola protagonista della Virologia italiana: si è chiusa il 19 maggio scorso a Riccione la settima edizione della Conferenza Italiana su Aids e Retrovirus (ICAR – Italian Conference on Aids and Retroviruses), appuntamento annuale che riunisce i maggiori esperti italiani e internazionali per discutere e confrontarsi sugli sviluppi della ricerca e dei trattamenti per l’infezione da HIV. Tra le tematiche di questa edizione, la medicina di genere, declinata non solo al femminile, e la resistenza naturale all’infezione da HIV; ma soprattutto, per la prima volta in assoluto, i riflettori della Conferenza sono stati puntati sulle epatiti virali, in particolare l’epatite C. Motivo, le nuove sfide terapeutiche e assistenziali rappresentate dalle recenti opportunità di cura per questa patologia, emerse con l’avvento di nuovi antivirali diretti sempre più potenti ed efficaci.

Impossibile non dedicare al tema dell’epatite C uno spazio importante – ha detto Erica Villa, Direttore della Struttura Complessa di Gastroenterologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena – visto il grande progresso nei risultati ottenuti dalle nuove terapie antivirali, risultati derivati non solo da trials clinici ma anche da numerosi studi in real life, ovvero su pazienti trattati nella pratica clinica quotidiana, che evidenziano dati a dir poco straordinari. Un altro motivo per cui in questa edizione di ICAR abbiamo deciso di non parlare solo di HIV è il fatto che l’infezione da HCV ha un impatto numericamente importante, dato che nelle varie regioni italiane il tasso delle persone HCV-positive varia da un 3% a un 10-15% con punte inferiori al Nord, ove tuttavia sono presenti sacche importanti di infezione, e picchi al Sud, in particolare Sicilia, Puglia, Campania e Calabria”.

L’epatite C è caratterizzata da una sintomatologia modesta, che spesso rende difficile la diagnosi, tanto che non è infrequente scoprire, al momento della valutazione clinica, una malattia in stadio molto avanzato. In Italia esiste una vasta popolazione ‘sommersa’ di persone infette da virus HCV, e l’Emilia Romagna non è da meno:

nella nostra regione uno studio di qualche anno fa stimava che almeno un 3% della popolazione sia entrata in contatto con il virus HCV ma non lo sa – ha spiegato Erica Villa – la percentuale di soggetti che sanno di essere infetti è bassa e si tratta di coloro che hanno avuto la diagnosi per qualche specifico motivo. Secondo una valutazione di minima del Gruppo regionale HCV, in Emilia Romagna ci sarebbero 2-3.000 pazienti che sono noti ai Centri e che potrebbero entrare nei nuovi trattamenti secondo i 6 criteri prioritari stabiliti da AIFA.

Grazie ai passi avanti della ricerca e ai nuovi farmaci antivirali diretti in arrivo, le prospettive di cura per l’epatite C sono sempre migliori, anche per le popolazioni di pazienti considerate ‘difficili’.

In questo momento l’attività di ricerca è “effervescente” – ha affermato Erica Villa e il futuro sarà ancora migliore: a metà 2016 attendiamo altre combinazioni di antivirali, ancora migliorate, in grado di raggiungere una Risposta Virologica Sostenuta del 90%-95%, quella abituale negli studi registrativi, anche nelle popolazioni difficili. Questi nuovi antivirali, come ad esempio la combinazione grazoprevir/elbasvir, hanno una maggiore potenza, una non dipendenza dalle resistenze virali e un’alta tollerabilità con un forte rispetto per la funzione renale, il che li rende farmaci ideali da somministrare ai pazienti “difficili” con cirrosi, compensata o scompensata, e con insufficienza renale”.

La combinazione grazoprevir/elbasvir ha un grande vantaggio – ha continuato la Professoressa Villaanche per i pazienti con co-infezioni HIV/HCV, nei quali può essere utilizzata al meglio in quanto non presenta interazioni farmacologiche rilevanti; quindi può essere utilizzata nei pazienti co-infetti ma anche nei monoinfetti che assumano molti altri farmaci per patologie concomitanti, per i quali fino ad ora dovevamo fare molta attenzione. La potenza di questi antivirali diretti è tale che supera anche i precedenti fallimenti terapeutici: in questi pazienti si sono avute RVS più elevate persino rispetto al paziente naïve, fino al 95%”.

I nuovi antivirali diretti rappresentano una grande opportunità di trattamento e diversi Centri in Italia si sono attivati per offrirla ai pazienti. Tra questi, la Struttura Complessa di Gastroenterologia dell’Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena, che rappresenta uno dei Centri di riferimento per la diagnosi e il trattamento dell’epatite C dell’Emilia Romagna.

Al momento abbiamo in terapia con i nuovi antivirali circa 100 pazienti; metà di questi ricevono la prescrizione dal Servizio Sanitario Nazionale, gli altri ricevono il farmaco in accesso allargato o all’interno di studi registrativi – ha detto la professoressa Villa inoltre il gruppo provinciale HCV, che coordino, ha in trattamento circa altri 80 pazienti. Tutti sono inseriti in un database gestionale che contiene i dati del paziente, il genotipo e i trattamenti. A questo si aggiunge la compilazione della scheda AIFA e della scheda regionale che contengono, oltre alle caratteristiche del paziente, i criteri di severità della malattia necessari per prioritizzare i pazienti al trattamento. Tutti i soggetti che non rientrano nei criteri di priorità sono inseriti nell’accesso allargato o in studi registrativi; quando la malattia è molto blanda entrano in una lista d’attesa per il trattamento”.

Proprio la necessità di rendere più accessibili i nuovi farmaci è stato in questi giorni uno dei temi ‘caldi’ dell’ICAR, nelle diverse sessioni dedicate all’epatite e al virus HVC, insieme agli avanzamenti terapeutici e all’aggiornamento delle linee guida EASL 2015 sulle terapie e le categorie di pazienti prioritari per il trattamento.


PRO Format Comunicazione

Annunci

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.670 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 660,047 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

... a miei Amici ... ... ai miei Amori ... ... arte di Sicilia ... Sciacca ... guarda il Paradiso da qui !!! ... un arcobaleno ci salverà ... ... vola sempre Alto ...che a cadere ci pensiamo dopo ... ... aspettando il Natale ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: