Entresto, farmaco di Novartis per lo scompenso cardiaco, riceve l’approvazione dell’Unione Europea


Entresto

Novartis ha annunciato il 24 novembre scorso che la Commissione Europea (CE) ha approvato LCZ696 (sacubitril/valsartan) per il trattamento di pazienti adulti con scompenso cardiaco cronico sintomatico e frazione di eiezione ridotta (HFrEF).

L’approvazione si basa sui risultati dello studio PARADIGM-HF, condotto su 8.442 pazienti con HFrEF, che è stato interrotto precocemente, non appena è stato dimostrato che LCZ696 riduceva in modo significativo il rischio di morte cardiovascolare rispetto all’ACE-inibitore enalapril1. Al termine dello studio, i pazienti che avevano ricevuto LCZ696 presentavano maggiore probabilità di sopravvivenza e minore incidenza di ricoveri ospedalieri per scompenso cardiaco rispetto ai pazienti che avevano ricevuto enalapril. L’analisi dei dati di sicurezza ha dimostrato che LCZ696 ha un profilo di tollerabilità simile a quello di enalapril.

 

Sappiamo che le persone che convivono con lo scompenso cardiaco sono esposte ad un elevato rischio di morte e che la loro qualità di vita è inferiore a quella dei pazienti affetti da quasi tutte le altre patologie croniche; pertanto, è molto significativo per i pazienti europei con HFrEF il fatto che siamo in grado di offrire una nuova opzione terapeutica, prima della sua classe» ha dichiarato David Epstein, Division Head, Novartis Pharmaceuticals.

 

Lo scompenso cardiaco è una patologia debilitante e potenzialmente fatale, in cui il cuore non riesce a pompare una quantità sufficiente di sangue, perché la sua muscolatura diventa troppo debole o troppo rigida per funzionare in modo adeguato4.

I pazienti sono pertanto esposti ad un elevato rischio di mortalità, ripetuti ricoveri in ospedale e sintomi come dispnea, affaticamento e ritenzione di liquidi, che esercitano un impatto significativo sulla qualità della loro vita.

Ogni giorno in Europa vengono diagnosticati 10.000 casi di scompenso cardiaco e 15 milioni di persone già convivono con questa patologia. Nonostante la prevalenza, la maggior parte delle persone non riesce a riconoscere i sintomi: questo significa che molti pazienti rimangono senza una diagnosi essendo spesso i sintomi erroneamente attribuiti all’avanzare dell’età.

separa

Entresto™, LCZ696, compressa da assumere due volte al giorno, ha uno specifico meccanismo d’azione che si ritiene sia in grado di ridurre il carico di lavoro sul cuore scompensato5. Il farmaco agisce sia allo scopo di migliorare i sistemi neuro-ormonali di protezione del cuore (sistema dei peptidi natriuretici), sia sopprimendo gli effetti negativi del RAAS (sistema renina-angiotensina-aldosterone)5.

I risultati dello studio PARADIGM-HF, condotto su 8442 pazienti, hanno dimostrato che, rispetto a enalapril, LCZ6961 consente di ottenere:

· riduzione del rischio di morte per cause cardiovascolari del 20%;

· riduzione del numero di ricoveri per scompenso cardiaco del 21%;

· riduzione del rischio di mortalità per tutte le cause del 16%.

In generale, si è verificata una riduzione del rischio del 20% rispetto all’endpoint primario dello studio, una misura composita di morte cardiovascolare o di tempo riferito alla prima ospedalizzazione per scompenso cardiaco.

Nello studio un numero inferiore di pazienti in terapia con LCZ696 ha interrotto il farmaco in studio a causa di un evento avverso, rispetto ai pazienti in terapia con enalapril. Il gruppo con LCZ696 ha avuto un maggior numero di casi di ipotensione e angioedema non grave, ma un minor numero di casi di insufficienza renale, iperkaliemia e tosse rispetto al gruppo enalapril1.

 

BIBLIOGRAFIA

1. McMurray JJV et al. Angiotensin-Neprilysin Inhibition versus Enalapril in Heart Failure, N Engl J Med 2014

2. López-Sendón J. The heart failure epidemic. Medicographia. 2011;33: 363-369

3. Mozaffarian D, et al. Heart Disease and Stroke Statistics – 2015 Update: A Report From the American Heart Association. Circulation. 2014

4. Mosterd A, Hoes, A, Clinical epidemiology of heart failure, Heart 2007;93: 1137-1146

5. Langenickel TH et al. Angiotensin receptor-neprilysin inhibition with LCZ696: a novel approach for the treatment of heart failure. Drug Discovery Today: Therapeutic Strategies.2012, Vol 9. No.4

 


PRO Format Comunicazione


Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.552 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 550,808 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

... guarda lontano !!! ... mi dispiace per gli altri !!! ... Buona notte !!! ... una lucciola ... Zaira ...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: