Psoriasi: il guardaroba e qualche utile consiglio


psoriasi-iconografia

Uno dei maggiori sintomi della psoriasi è il prurito, derivante anche dal contatto con alcuni tipi di tessuti particolarmente aggressivi.

Il vestito, che rappresenta la nostra “seconda pelle”, può interferire sulla salute della cute. Attraverso il contatto diretto con la pelle, alcuni tessuti possono dunque aggravare i sintomi della psoriasi.

La scelta di un abbigliamento adeguato può diventare una sfida quando si ha la psoriasi.

Tessuti sintetici o indumenti stretti possono causare lo strofinamento delle placche pruriginose e portare perfino a sanguinamenti; scegliere l’abbigliamento più idoneo, quindi, contribuisce notevolmente a ridurre il prurito causato dalle lesioni.

Alcuni consigli utili per indossare l’abbigliamento giusto:

  • PREDILIGERE COTONE E LINO

Gli indumenti in cotone e lino sono traspiranti e con un alto potere assorbente.

I tessuti fatti di queste fibre assorbono infatti l’umidità e sono in grado di disperdere più facilmente l’acqua limitando notevolmente la sudorazione. A differenza dei tessuti sintetici, il cotone e il lino impediscono dunque il surriscaldamento della pelle e, di conseguenza, lo sfregamento delle zone desquamate e pruriginose. Essendo inoltre una fibra naturale, l’uso di prodotti chimici è minimo garantendo così maggior freschezza sulla pelle e comfort.

  • NO AL CONTATTO DIRETTO CON LA LANA

Si tratta di un tessuto lanceolato che il paziente affetto da psoriasi deve evitare di indossare direttamente sulla propria pelle. Al microscopio essa si presenta, infatti, come composta da fittissime “lame” che causano frizione e irritano fortemente le lesioni della persona affetta da psoriasi. Nei mesi più freddi, è altamente consigliato porre tra la lana e la propria pelle un tessuto in cotone o in lino in grado di assicurare la giusta freschezza.

  • EVITARE TESSUTI SINTETICI

I tessuti sintetici quali acrilico, poliammide, poliestere, polipropilene, elastan, clorofibra, possono creare un effetto sigillo” riducendo la respirazione della pelle. Non essendo fibre permeabili, l’umidità prodotta continuamente dal nostro organismo permane tra la pelle e il tessuto stesso, generando un ambiente adatto alla proliferazione di batteri. Nel caso della psoriasi l’umidità, e quindi la sudorazione eccessiva, aumenta il prurito e l’irritazione peggiorando così le condizioni patologiche dell’individuo.

  • INDOSSARE ABITI COMODI

Gli indumenti stretti peggiorano i sintomi della psoriasi dal momento che causano lo sfregamento delle lesioni tipiche della malattia. Quando non è possibile evitare l’utilizzo di indumenti attillati, è opportuno prediligere tessuti in cotone o viscosa.

  • UTILIZZARE DETERSIVI NON PROFUMATI

Il consiglio è quello di utilizzare detersivi e ammorbidenti privi di additivi e sostanze profumanti poiché possono peggiorare i sintomi della malattia. Le sostanze irritanti ed inquinanti presenti nei detersivi tradizionali, infatti, restano sui capi e successivamente si trasferiscono sulla pelle che le assorbe creando notevoli disagi per quanti sono affetti da psoriasi.

  • UTILIZZARE “TESSUTI INTELLIGENTI”

Importanti passi avanti sono stati compiuti nella produzione e commercializzazione dei cosiddetti “tessuti intelligenti”. Si tratta di tessuti ipertecnologici composti da una fluoro-fibra sintetica che rende il capo d’abbigliamento impermeabile, sempre fresco, leggero e scivoloso. Questi tessuti rappresentano un valido aiuto dal momento che eliminano l’attrito, non assorbono creme e unguenti e consentono alla pelle di respirare, riducendo notevolmente le irritazioni dovute allo strofinamento degli abiti sulla pelle.

  • PREDILIGERE CAPI CHIARI

Le manifestazioni dermatologiche causate da contatto con gli indumenti sono generalmente attribuite a sostanze chimiche e coloranti che vengono aggiunti alle fibre tessili durante la loro manifattura e assemblaggio in indumenti. In particolare, gli agenti responsabili sono rappresentati da prodotti per le tinture e per il fissaggio.

All’interno dei tessuti, le sostanze che danno più spesso problemi sono i cosiddetti coloranti “dispersi” utilizzati principalmente nella tintura del poliestere e di acetato ma anche di poliammide. Le zone del corpo maggiormente interessate sono le ascelle, l’inguine, il solco intermammario, la superficie interna delle cosce. È quindi necessario prediligere indumenti chiari e dai toni naturali.

 separa

Ecco alcuni suggerimenti che ti possono essere utili:

  • Segui un regime alimentare equilibrato1 e mantieni il peso-forma1
  • Fai attività fisica, perché il movimento induce il tuo corpo a rilasciare endorfine, sostanze chimiche nel cervello che possono migliorare l’energia e l’umore3
  • Quando possibile non grattare le lesioni1 e tenta di limitare al massimo lo stress4
  • Fai docce non troppo calde. Evita quelle prolungate che possono acuire l’irritazione e la secchezza della pelle3
  • Asciuga la cute con un asciugamano senza strofinare1
  • Mantieni la cute idratata per ridurre rossore e prurito. Subito dopo il bagno o la doccia applica creme emollienti. Conserva le creme in frigorifero3
  • Indossa indumenti leggeri per avere la pelle più fresca possibile e evita la pressione della stoffa sulla pelle1
  • Evita abiti troppo stretti e aderenti, con elastici e bottoni che possono provocare piccoli traumi o irritazioni1
  • Anche se esporsi al sole fa bene, presta attenzione e prendilo a giuste dosi. Basti pensare che il 5% circa di casi di psoriasi è peggiorato da un’eccessiva e non “attenta” esposizione solare
  • Alcune terapie sistemiche vanno usate con cautela durante i periodi di esposizione solare prolungata
  • Durante l’estate, non interrompere spontaneamente terapie sistemiche e conserva i farmaci biologici in frigorifero. Consultare in ogni caso il dermatologo che ha prescritto la terapia
  • Condividi le tue esperienze con altre persone affette da psoriasi per trovare sostegno, educazione e informazioni sulla gestione della patologia5. Raccontare la propria esperienza può infatti aumentare la fiducia in te stesso, ridurre il senso di isolamento e aiutare a fornire pratici consigli su come convivere con la psoriasi

Fondamentale è seguire le raccomandazioni del medico specialista.

BIBLIOGRAFIA

  1. https://www.psoriasis.org/life-with-psoriasis (ultimo accesso: 9 febbraio 2016).
Annunci

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.651 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 640,796 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

Auguri alla Dottoressa Cottone Sofia ... ci vuole poco per essere sereni !!! ... il sole di oggi visto dalla spiaggia ... tempesta tra Enna e Calascibetta ... ai miei amici ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: