Linee guida GOLD 2017


gold-2017

E’ stato recentemente pubblicato un aggiornamento delle linee guida GOLD sulla Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO). La BPCO spesso coesiste con varie patologie cardiovascolari e ciò pone non pochi problemi sul piano diagnostico e della stratificazione prognostica. Per quanto riguarda la terapia, invece, le remore relative all’utilizzo dei beta-bloccanti nella BPCO e dei broncodilatatori nelle patologie cardiovascolari dovrebbero essere in larga misura superate anche se nella pratica clinica questo non sempre accade .
A tal proposito riportiamo alcune delle affermazioni delle recenti linee guida GOLD relative alle comorbilità cardiovascolari.

Scompenso cardiaco
Non c’é alcuna evidenza che lo scompenso cardiaco cronico debba essere trattato in modo diverso in presenza di BPCO. La terapia con beta-bloccanti migliora la sopravvivenza nello scompenso ed é raccomandata. I beta-bloccanti sono spesso non prescritti nei pazienti con BPCO nonostante le evidenze sulla sicurezza del loro impiego. Dovrebbero, comunque, essere utilizzati i beta-boccanti beta-1 selettivi.

Cardiopatia ischemica
La terapia della cardiopatia ischemica dovrebbe essere attuata secondo quanto raccomandato dalle linee guida indipendentemente dalla presenza di BPCO e vice-versa.

Aritmie
Le aritmie sono frequenti nella BPCO e vice-versa. La fibrillazione atriale é frequente e direttamente associata con il VEMS.
Nei pazienti con BPCO che presentano un severo peggioramento della dispnea, spesso si riscontra una fibrillazione atriale che potrebbe essere stata la causa scatenante o la conseguenza della riacutizzazione delle pneumopatia.
La presenza della fibrillazione atriale non modifica la terapia della BPCO. I broncodilatatori sono stati in passato descritti come potenziali agenti pro-aritmici. Le evidenze disponibili suggeriscono un accettabile profilo di sicurezza per i beta-2 agonisti a lunga durata di azione, gli anti-colinergici ed i corticosteroidi. Tuttavia, bisogna essere cauti nell’uso di beta-2 agonisti a breve durata di azione e della teofillina che possono scatenare la fibrillazione atriale e rendere difficile il controllo della frequenza ventricolare.

Vasculopatie periferiche
Le vasculopatie periferiche sono di frequente riscontro nei pazienti con BPCO e sono associate a un peggioramento dello stato funzionale dello stato di salute.

Ipertensione arteriosa
L’ipertensione arteriosa é probabilmente la comorbidità più frequente della BPCO e può avere implicazioni per la prognosi. Essa dovrebbe essere trattata secondo quanto prevedono le linee guida non essendoci evidenza della necessità di un approccio terapeutico differente in presenza di BPCO e viceversa.

BIBLIOGRAFIA
GOLD 2017  Global Strategy for the Diagnosis, Management and Prevention of COPD.

Annunci

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.649 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 638,766 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

Auguri alla Dottoressa Cottone Sofia ... ci vuole poco per essere sereni !!! ... il sole di oggi visto dalla spiaggia ... tempesta tra Enna e Calascibetta ... ai miei amici ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: