A Verona endocrinologi a confronto sul ruolo degli ormoni


ipo-in-endocrinologia

Gli ormoni sono sostanze indispensabili alla sopravvivenza del nostro organismo e la loro produzione è strettamente regolata perché anche lievi disfunzioni sono in grado di alterare l’equilibrio complessivo del corpo.

Quando la sintesi e la messa in circolazione degli ormoni è compromessa, si possono avere anche rischi seri per la sopravvivenza soprattutto nel caso del surrene che potremmo definire un “killer silenzioso” e del pancreas.

Le ipofunzioni in tutto l’ambito endocrinologico sono molto più frequenti delle iperfunzioni e l’ipofunzione più frequente è sicuramente quella tiroidea che quando si manifesta in gravidanza, potrebbe comportare ripercussioni per il feto.

È molto importante impostare la terapia in taluni casi in maniera progressiva per ristabilire l’equilibrio alterato e mantenerlo nel tempo evitando effetti indesiderati a lungo termine. Da qualche anno, queste patologie hanno a disposizione terapie che meglio si adattano alla sostituzione fisiologica.

Della ridotta funzionalità delle ghiandole endocrine, ovvero quelle responsabili della produzione degli ormoni, come tiroide, ipofisi, testicoli, pancreas, surrene e paratiroidi, si è parlato al convegno “Ipo in endocrinologia: storie vere e lezioni dalla real-life”, organizzato dall’AME, Associazione Medici Endocrinologi, che si è tenuto sabato 25 febbraio scorso al Centro Marani dell’Ospedale di Borgo Trento a Verona.

Il convegno, vede la presenza di numerosi esperti di rilevanza internazionale che illustreranno le diverse situazioni cliniche che si presentano all’attenzione del medico partendo da casi clinici a causa di disfunzioni delle ghiandole endocrine. La valutazione clinica e il trattamento dei disturbi dovuti alla ridotta funzionalità del sistema endocrino è una sfida costante nella pratica quotidiana poiché, ai notevoli progressi tecnologici che aumentano la capacità diagnostica, si associa sempre più spesso l’evenienza di dover inquadrare situazioni complicate e anche procedure “burocratiche” non sempre facili da interpretare” – ha spiegato Roberto Castello, Direttore Medicina Interna, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e responsabile scientifico del convegno insieme a Marco Caputo, Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e Microbiologiche, Ospedale G. Fracastoro, ULLS20 San Bonifacio.


HealthCom Consulting.Ufficio Stampa

Annunci

Follow HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone on WordPress.com
Visita il mio Sito Inviaci un articolo! Contattami via e-mail! buzzoole code
Twitter HarDoctor News su YouTube HarDoctor News su Tumblr Skype Pinterest

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.649 follower

Feed! Convalida il mio RSS feed

L’almanacco di oggi …

Almanacco di Oggi!
Farmacie di Turno
Il Meteo I Programmi in TV

Scarica le guide in pdf!

Scarica la Guida in Pdf Scarica il Booklet in Pdf

HarDoctor News | Links Utili

Scegli Tu Guarda il Video su YouTube Pillola del giorno dopo Think Safe Medicina Estetica Obesità.it

HarDoctor News | Utilità

Calcola il BMI
Test di Laboratorio
Percentili di Crescita
Calcola da te la data del parto!

Leggi Blog Amico !!!

Leggi Blog Amico

HarDoctor News | Statistiche

  • 638,766 traffic rank

HarDoctor News | Advertising

Siti sito web

Le mie foto su Istagram

Auguri alla Dottoressa Cottone Sofia ... ci vuole poco per essere sereni !!! ... il sole di oggi visto dalla spiaggia ... tempesta tra Enna e Calascibetta ... ai miei amici ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: